Sabato sera l’uomo e la donna sono diventati vittime di una esplosione in una casa in periferia a Torino. Secondo l’amministrazione regionale del comitato Investigativo, l’incidente è avvenuto a causa del fatto che i morti cercato in un appartamento di smontare l’granata.

«Il 13 gennaio 2018 a causa dell’esplosione di una granata in uno degli appartamenti nella città di podol’sk sono morte due persone: una donna-padrona di casa con il suo compagno. Pre-installato, che i morti hanno condotto asociali stile di vita, hanno trovato il giorno prima l’granata, che ha deciso di smantellare», si legge in un comunicato sul sito del dipartimento.

In realtà quello di un procedimento penale per la parte 2 dell’articolo 105, e all’articolo 222 del codice PENALE (omicidio, traffico illegale di armi).

Attualmente sul posto gli investigatori continuano a lavorare, che stabiliscono le cause dell’incidente.

«Interfax» con riferimento alla propria fonte comunica che l’esplosione è avvenuta al terzo piano in un monolocale N19 al seguente indirizzo: città di Torino, via Rossa, casa 9/48.



A Podolsk, un uomo e una donna sono morti nel tentativo di smontare trovato l’granata 14.01.2018