All’aeroporto di Seoul locali forze dell’ordine, arrestato il 24 cittadini della Russia con l’accusa di violazione della corea del sud della legge sull’immigrazione. I russi sono stati temporaneamente messi in carcere. Il ministero degli esteri della federazione RUSSA già connette ad indagare sulle circostanze dell’incidente e ha promesso di fornire assistenza ai connazionali, trasmette l’agenzia «Interfax».

Per informazioni diplomazia, all’aeroporto di Seoul arrestati 24 russi cittadino: 16 persone a bordo della compagnia aerea «Siberia», sei — compagnia «Aurora», una presa a volo dal Vietnam, e uno su un volo da Uzbekistan.

«La base per la detenzione, secondo parte della corea del sud, è stata violazione della legge sull’immigrazione, e cioè la discrepanza obiettivo dichiarato di viaggio», — ha spiegato ai giornalisti il dipartimento stampa e informazione del ministero degli esteri. L’ufficio ha anche promesso di collegare a risolvere la situazione e aiutare i russi ambasciata della federazione RUSSA a Seoul.

In precedenza, la stampa ha informazioni sulla detenzione di passeggeri con un volo su cui volavano i cittadini russi. Tuttavia, presso l’ambasciata della federazione RUSSA a Seoul, prima hanno detto che loro non ci sono dati circa l’incidente. «Non siamo in possesso di tali informazioni», — ha sottolineato in ue, aggiungendo che non ci sono richieste per questo motivo l’ambasciata non è arrivato.

I giornalisti del canale televisivo REN TV e ha detto che a lui per un aiuto rivolto alla russa Tatiana Штырева. Secondo lei, in Corea del Sud, è stato arrestato l’aereo con i russi a bordo. Lei dice che i cittadini della Russia, tra cui sua figlia, tengono in una stanza che ricorda una prigione.

Donna in una conversazione con i giornalisti ha detto che i detenuti russi a Seoul si rivolgono estremamente crudele: possono picchiare, se vedono che parlano al telefono. Inoltre, hanno preso l’igiene personale.

«Tre volte al giorno nutriti. Una bottiglia di coca cola e un amburgo in giorno. Molto approssimativamente si rivolgono. Tutte le donne e gli uomini in una stanza. Ci sono persone in attesa di deportazione per 10 mesi. Loro dicono: «Non ti preoccupare, ci siamo a casa invia». Mia figlia va lì a negoziare con l’amministrazione. Stanno cercando di risolvere», — ha detto Штырева.

Successivamente si è appreso che il console russo in italia a Seoul al sabato mattina, 17 dicembre, si recherà in visita aeroporto internazionale di Incheon, situato a 60 km da Seoul. È lì che sono detenuti i cittadini della federazione RUSSA, riferisce il fatto quotidiano con riferimento al dipendente dell’ambasciata russa in Corea del Sud.

«Domani mattina il console per andare in aeroporto e sarà approfondito la situazione sul posto», ha sottolineato il portavoce dei giornalisti. Secondo lui, il personale del consolato cercato di contattare l’immigrazione, ma ora a causa della tarda ora del giorno sul posto di lavoro di nessuno di loro, no.

«Ovviamente, le autorità locali hanno sospettato che queste persone, approfittando di un regime di esenzione dal visto, sono arrivati in Corea del Sud a lavorare sotto la vista dei turisti», — ha suggerito il diplomatico, sottolineando che questo è il più frequente motivo di rifiuto in ingresso.

In questo caso il dipendente dell’ambasciata ha detto che non ci sono richieste da parte di detenuti cittadini in consolato non è arrivato, anche se la possibilità di entrare in contatto con i locali, dove li contengono. «In realtà noi lavoriamo secondo le informazioni dei MEDIA», ha osservato il diplomatico, sottolineando che «non si tratta di un aereo pieno di detenuti, come riportato da alcuni MEDIA russi».



A Seoul con l’accusa di violazione della legge sull’immigrazione, arrestati 24 del cittadino della federazione RUSSA 16.12.2016