«Dell’uomo più odiato d’America» — наживавшегося sui farmaci per l’HIV un uomo d’affari di Martin Шкрели — inviato in prigione, trasmette France24 , con riferimento all’AFP. Шкрели non è riuscito a convincere la corte che le sue minacce all’indirizzo di Hillary Clinton erano solo uno scherzo, e aspettare la prossima riunione sarà in prigione. Assegnato solo il 16 gennaio.

Nel mese di agosto Шкрели riconosciuto colpevole di frode, ma rilasciato sotto cauzione di 5 milioni di dollari. Tuttavia, ben presto ha dovuto visitare in tribunale per un altro caso: a causa di presunte minacce nei confronti dell’ex candidato alla presidenza degli stati UNITI, Hillary Clinton. La scorsa settimana Шкрели ha promesso di pagare 5000 dollari a chi gli porterà un fascio di capelli con la sua testa. Clinton ora detiene il tour a supporto del suo recente libro.

Шкрели sul processo ha cercato di spiegare che le sue parole mal interpretato. L’avvocato ha anche rappresentato il suo giudice e alla giuria come un genio incompreso.

Il giudice Kiyo Matsumoto, tuttavia, ha valutato la situazione in modo diverso. Egli vide in parole Шкрели minaccia diretta, che ha creato difficoltà per la Clinton e la sua tutela. E ha ritirato la cauzione, decidendo che un uomo d’affari deve andare in prigione.

La ditta Шкрели Turing Pharmaceuticals «famoso» scandalo con il farmaco дараприм, che viene utilizzato per il trattamento di HIV e Aids. Turing Pharmaceuticals ha acquisito i diritti per la sua produzione, e poi ha alzato i prezzi del farmaco con 13,5 fino a 750 dollari per tablet. Questo ha reso la terapia inaccessibile per molti pazienti, e Шкрели è diventato un simbolo di avidità.

AFP osserva che, nonostante la mancanza di comunicazione dell’attuale processo con il caso di Turing Pharmaceuticals per la corte si è rivelato estremamente difficile può essere imparziale giuria per l’udienza di minacce contro Clinton.



«Dell’uomo più odiato d’America» mandato in prigione 14.09.2017