I membri di una rete internazionale di organizzazioni per le libertà civili INCLO hanno inviato una lettera ufficiale ai governi di otto paesi, tra cui Russia, con l’invito a rivelare il contenuto degli accordi, che sono tra i servizi di intelligence degli stati in parte lo scambio di informazioni.

I partecipanti della campagna acciaio organizzazioni per i diritti umani in Argentina, Canada, Ungheria, Irlanda, Sud Africa, regno unito, stati UNITI e Russia. L’autore della richiesta, al Ministero degli affari esteri, il Ministero degli interni e il servizio Federale di sicurezza della federazione RUSSA ha rilasciato edizione di «Медиазона», si dice nel comunicato stampa ufficiale organizzazione per i diritti umani «Agorà».

«Il tema della sicurezza delle informazioni e contrastare le minacce in questo settore nel corso degli ultimi anni, in coerenza è una delle priorità della politica estera russa», — ha spiegato il capo redattore di «Медиазоны» Sergei Smirnov.

MEDIA: gli hacker Russi possono incidere rete elettrica degli stati UNITI

Nel testo del ricorso contiene quattro domande. I difensori vogliono sapere in quali circostanze la Russia può trasmettere paesi stranieri le informazioni relative alla ricerca operativa attività di indagini di criminalità informatica.

Inoltre, i dirigenti dei dipartimenti è stato chiesto di spiegare se esistono eventuali restrizioni al trasferimento di paesi stranieri informazioni relative al è un’attività investigativa in caso di indagini su crimini informatici.

«In quali circostanze la Russia può richiedere di stati esteri le informazioni relative a è un’attività investigativa in caso di indagini su crimini informatici? Qual è la procedura di richiesta di informazioni e la sua prestazione e come proteggere gli interessi dei cittadini russi?» si legge nella lettera.

In questo momento in circolazione, si sottolinea che durante la preparazione di una risposta «deve essere guidata da principi costituzionali di libertà di parola e la trasparenza delle informazioni sulle attività degli organi del potere statale, che richiedono il rispetto dell’equilibrio tra gli interessi di sicurezza nazionale e il diritto della società di ottenere informazioni su questioni di interesse pubblico».

INCLO è una rete influenti nazionali di organizzazioni che lavorano per la promozione dei diritti fondamentali e delle libertà dell’uomo. Lei si occupa di supporto per le organizzazioni partner che lavorano nei loro paesi, e collaborano su bilaterale e multilaterale. Il diritto all’informazione (riservatezza dei dati/accesso alle informazioni e la privacy) — una delle priorità aziendali INCLO.



I diritti umani ha chiesto di FSB rivelare informazioni sulle convenzioni con i servizi segreti di altri paesi 14.06.2017