I residenti della Georgia non supporteranno l’idea di legalizzare il matrimonio omosessuale. Su questo ha detto il direttore della sala stampa del centro Patriarcato di Georgia, l’arciprete Davide Шарашенидзе, commentando l’iniziativa del difensore dei diritti dei rappresentanti della comunità LGBT Giorgio Татишвили, riferisce l’agenzia di Sputnik.

Giorgio Татишвили richiede legalizzare il matrimonio gay in Georgia. Questo requisito è espresso in una causa legale, che ha la scorsa settimana, ha presentato alla corte Costituzionale del paese. Secondo l’attivista, dopo la presentazione di una querela di lui ha cominciato a esercitare una pressione di alcuni membri del governo e parlamentari.

«Se permette precedente simile, sia che si tratti di un esecutivo, giudiziario o il potere legislativo, il popolo georgiano, che ha una posizione unica in questa materia, non permetterà mai cos’è», — ha detto l’arciprete Davide Шарашенидзе in un’intervista a news agency «News-Georgia».

Un rappresentante della Chiesa, ha sottolineato che le autorità del paese sono le persone sensate, che non supporteranno provocatori.

Il requisito di legalizzare il matrimonio gay in Georgia, come la diffusione di qualsiasi altro argomento riguardante i diritti dei rappresentanti della comunità LGBT, è deliberata provocazione, con lo scopo di interferire con il processo di integrazione del paese nell’unione europea, ritiene Davide Шарашенидзе.

Ricordiamo che, secondo i dati della ricerca sociologica, condotta in Georgia , quattro anni fa, una organizzazione non governativa il National democratic institute (National Democratic Institute — NDI), l ‘ 89% degli intervistati intervistati disposti a sostenere gli emendamenti costituzionali, preparati georgiana parlamentare fazione dei cristiani-democratici in un paese che vieta i matrimoni omosessuali.

Secondo un sondaggio, il 6% non sostenere tale iniziativa e solo il 4% fino a quando non hanno deciso atteggiamento verso il problema.




I residenti della Georgia non supporteranno la legalizzazione dei matrimoni gay, credono nella chiesa Georgiana 06.02.2016