Il leader spirituale dei buddisti il XIV Dalai lama ha tenuto in Riga terzi esercitazioni annuali per i buddisti, i paesi Baltici e la Russia e ha risposto alle domande dei personaggi della cultura, tra cui un musicista rock Boris Grebenshikov e drammaturgo e regista, ex-presidente del teatro «Pratica» di Ivan Вырыпаева.

Il leader di «Acquario» chiese, come ridurre riscaldata MEDIA intensità di rabbia in Russia e nel mondo in generale. «Per rispondere alla tua domanda, cosa fare, naturalmente, è necessario studiare la situazione nel paese. Ma in generale la vita moderna è tale che in tutto il mondo c’è troppa concorrenza, manifestazioni di egocentrismo. La gente manca di prendersi cura gli uni degli altri. E questo è dovuto anche al sistema educativo, che si concentra su valori materiali. E devono essere lezioni spirituali, di valori morali, di bontà», — cita la risposta del Dalai lama RIA «novosti».

Secondo lui, «per un secondo lo stile di vita non cambia: hai bisogno di un sistema piano, a partire dall’asilo, tra cui scuole e università». «Lezioni di valori morali devono essere immessi in tutto il mondo. Inoltre basata non sulla religione e sul buon senso, i valori universali e i dati della ricerca scientifica», — ha detto il leader spirituale dei buddisti.

Ha già attirato all’istituto di una metodica di lavoro per la preparazione di tali corsi di formazione singole università in India e negli stati UNITI e chiede di partecipare alla creazione di centri di ricerca della Russia e di altri paesi. Il dalai lama ha richiamato l’attenzione sul fatto che tra gli ascoltatori a Riga, задававших domande, sono stati i russi e gli insegnanti. «Già preparati libri per l’insegnamento dell’etica laica. E faremo un seminario, che con piacere vi invitiamo a una cattedra, ad esempio presso l’università di Mosca. Questo lavoro si svolge nell’interesse di tutti i paesi, in tutto il mondo», — ha detto il Dalai lama.

Ha chiesto a tutti di fare uno sforzo alla nascita di un nuovo soggetto. «Se riusciamo a creare un sistema di formazione, con lezioni di valori morali, dopo 20-30 anni la situazione con la rabbia in tutto il mondo cambierà in meglio», — sono sicuro che il leader buddista.

Вырыпаев domande sul senso della vita e sul controllo statale della cultura

Rispondendo a una domanda di Ivan Вырыпаева sul senso della vita, il Dalai lama ha detto che il senso della vita nella felicità, indispensabili condizioni che sono la compassione e la pace della mente.

«Se mettiamo da parte i vari concetti religiosi senso della vita e di fare affidamento sulla scienza, la conclusione è: ora siamo qui e vogliamo la felicità e la gioia, nessuno vuole guai. Inoltre, siamo collettivi animali, e in noi dalla natura è già prevista l’amore e la compassione», — ha detto il Dalai lama.

Secondo lui, «l’amore di una madre, un tocco di madre a figlio — un fattore chiave per il corretto sviluppo del cervello». Per evitare guai, mantenere la salute e la felicità, secondo il buddhismo, è necessaria la pace della mente. «Nessun medico vi dirà: «essere Nervoso e arrabbiato!» Egli dice: «Siediti e stai zitto!» I medici sanno che la pace è utile per la salute, e la paura e la rabbia letteralmente divorare il sistema immunitario», — ha detto il Dalai lama.

Chiave pratica per trovare la pace della mente ha chiamato la compassione. Esso, secondo il leader spirituale, dà all’uomo e fiducia in se stessi. «Inoltre, quando gli altri sentono la nostra preoccupazione, cominciano a fidarsi di noi, e la fiducia è la base dell’amicizia» — suggerisce il leader buddista.

Ivan Вырыпаев chiesto anche se il controllo statale della cultura. «Mi sembra, il governo non deve controllare lo sviluppo della cultura», — ha detto il Dalai lama.

In materia di teorie economiche leader buddista chiamato socialista e anche marxista, soprattutto sotto l’aspetto della equa distribuzione dei beni. «Ma Lenin, la sua totalitario controllo del pensiero, l’intelligenza, la cultura è извратило originale il marxismo… Ma a poco a poco le cose cambieranno», — ha detto il Dalai lama.

Come un esempio positivo incarnazione delle idee socialiste in pratica ha portato la Svezia: secondo lui, è «un paese democratico, ma con più socialmente orientato modello economico» rispetto ad altri.

«E’ necessario che i governi di tutti i paesi bassi hanno prestato maggiore attenzione aspetto morale in materia di istruzione e l’uguaglianza, l’equità nella distribuzione della ricchezza. È necessario ridurre il divario tra ricchi e poveri», — ha esortato il leader spirituale.

Il dalai lama dice che il mondo diventa migliore

Durante il dialogo con il mondo della cultura e ascoltatori suoi insegnamenti il leader spirituale dei buddisti, ha espresso l’opinione che le persone si stanno adattando le guerre, la violenza, la sofferenza e il mondo diventa migliore.

«Credo che il mondo diventa migliore. A causa della sofferenza, guerre mondiali, le persone sono diventate più mature, sono già stufi di violenza. Le persone oggi cercano la pace, si oppongono alla violenza», — ha detto il Dalai lama.

A suo parere, nella seconda metà del secolo scorso pensiero in una società notevolmente cambiato: «Se nella prima metà del XX secolo, i cittadini di stati diversi con orgoglio hanno partecipato in объявлявшихся guerre, hanno mantenuto il loro, pomeriggio, ad esempio, gli eventi del Vietnam, il conflitto in Iraq già suscitato le proteste di massa, la dimostrazione del popolo americano. E in Europa, испытавшей molte sofferenze della Prima e Seconda guerra mondiale, la gente potrebbe, basandosi sul buon senso, di fondare l’unione Europea. Quando priore di mentalità non sarebbe in grado di apparire».

Alla domanda circa la probabilità di una Terza guerra mondiale, il Dalai lama ha risposto che, anche se «alcuni leader politici e si situa in questo modo», ha «personalmente non la pensa così». «Perché se veramente usare le armi nucleari, si può distruggere non solo il nemico, ma anche di se stessi», ha spiegato.

Il maestro spirituale ha parlato di uso di altruismo per la soluzione degli attuali problemi del mondo moderno e di ogni persona. «La menzogna, l’ipocrisia, l’inganno, la violenza, il furto, l’omicidio, la guerra — tutto questo sta accadendo nel mondo, perché le persone trascurano la felicità degli altri esseri. Tutti i mali della modernità prendono inizio di egocentrismo. Se non scambieremo la sua gioia per la sofferenza degli altri, non solo non raggiunge il risveglio, ma anche in questa vita sarà infelice», insegna il Dalai lama.

Di più nel cuore di un uomo di altruismo, più amici, di chi la ama, e più felicità. L’egoismo stesso separa l’uomo dagli altri, lo rende solo, dice il leader dei buddisti. «Se impara ad apprezzare gli altri, a trascurare la loro comodità e la felicità, allora e troverete la felicità. L’amore per gli altri, la compassione, la cura per gli altri, che è quello che porta alla felicità, come breve termine e a lungo termine», ha detto.

E sotto la compassione nel buddismo si intende il desiderio, per tutti i malati di esseri viventi si sono liberati dal tormento, e sotto amore — per tutti loro felicità.

Per sviluppare l’altruismo, il Dalai lama ha consigliato di leggere «la via del bodhisattva»

Per lo sviluppo di altruismo, il Dalai lama ha consigliato di leggere il lavoro di un famoso filosofo buddista VIII secolo Shantideva chiamato «la via del bodhisattva». In esso vengono descritti, in particolare, le pratiche di pazienza e mentale «sostituzione di se stessi agli altri».

«Shantideva dice che ogni gioia e la felicità hanno origine nel desiderio di portare la felicità agli altri, e tutto il dolore e la sofferenza nel desiderio di felicità solo per se stessi. Questa dottrina aiuterà a far fronte con invidia, rabbia e altre emozioni negative. È molto importante mettere gli altri prima di te stesso», — ha sottolineato ha detto.
Quando il Dalai lama ha sottolineato che lo sviluppo di pazienza e altruismo portano tutte le tradizioni religiose.

«E tutti gli insegnamenti del Buddha può essere riassunto come segue: non commettere illecito, fa bene, completamente усмири la tua mente. Неблагое — tutto ciò che danneggia gli altri esseri viventi. E buona, che porta gli altri a favore. Tutte le azioni devono essere motivati dal desiderio di essere utili, di servire gli altri esseri. È necessario pensare all’uso di altruismo e di pericoli egocentrismo», — ha invitato il Dalai lama.

Tre giorni di insegnamento in un grande riga sala «Sconto» hanno partecipato circa quattro mila persone, provenienti da decine di paesi del mondo. Oltre al Movimento e Вырыпаева, all’incontro hanno partecipato il regista-documentarista, il presidente del festival «Артдокфест» Vitali Манский, lettonia, regista, direttore artistico di una Nuova Riga teatro Alvis Херманис e altre personalità del mondo della cultura.

Gli organizzatori riga insegnamenti del Dalai lama, sono intervenuti la società «Salviamo il Tibet» (Riga), la fondazione «Salviamo il Tibet» (Mosca) e il Centro di cultura tibetana e informazioni (Mosca).

Il dalai lama nel mese di agosto ha partecipato prima volta nella storia del dibattito con gli esperti russi che studiano la natura della coscienza, esprimendo una serie di proposte in materia di politica mondiale, tra cui per il dialogo con gli estremisti islamici e opposizione di Mosca e la NATO. Una delle proposte è stata l’idea di spostare il quartier generale della NATO a Mosca.



Il dalai lama ha risposto Гребенщикову e Вырыпаеву alle domande sul bene e il senso della vita 26.09.2017