La russia non sarà mai è gassificato al 100%. Attualmente la cifra è 67,2%. Come ha spiegato il ministro dell’energia RUSSO Alexander Novak, in alcune regioni della federazione RUSSA è molto più preferibile utilizzare il gas naturale o il carbone, passa RIA «novosti».

«Credetemi, 100% non sarà mai, perché in alcune regioni non ci sarà delle infrastrutture di trasmissione, in modo che sia solo economicamente inefficiente», — ha annunciato Novak in una riunione Pubblica del consiglio ministero dell’Energia della federazione RUSSA.

Nel 2016, secondo il ministero dell’Energia, il livello di gassificazione nel paese è cresciuto dell ‘ 1%, fino al 67% rispetto all’anno 2015. In precedenza, Novak ha dichiarato che dal 2005 al 2015 anno il livello medio di gassificazione dei soggetti della federazione RUSSA di gas naturale è aumentato da 53,3 a 66,2%, comprese le città e gli insediamenti di tipo urbano — con 60,9 al 70,4%, in campagna, con il 36,1 a 56,1%.

In precedenza, la «Gazprom» ha più volte lamentato il fatto che a causa di carenza di fondi la società è stata costretta a tagliare il finanziamento di programmi più importanti, tra cui la gassificazione delle regioni. Nel 2016 il monopolio del gas ha ridotto gli investimenti a gassificazione dieci regioni a causa di mancato pagamento e di inadempienza delle amministrazioni delle regioni.

Arretrati di tutte le categorie di consumatori nel 2015 è cresciuto del 20% — fino a 152,1 miliardi di rubli. Per il primo trimestre 2016 un anno ha aumentato a 189,3 miliardi di Problemi con il software di pagamenti principalmente associati con le imprese che si occupano di riscaldamento. Sono le singole aziende elettriche, fornitura di calore e le organizzazioni del settore pubblico, in particolare della struttura del ministero della Difesa.



Il ministro dell’energia ha detto sull’impossibilità completa di gassificazione della Russia 18.03.2017