Il parlamento Ungherese questa settimana prenderà in considerazione l’iniziativa legislativa, che può vietare l’uso di nazional-socialista e comunista, il simbolismo per scopi commerciali. In particolare, sotto il divieto può essere la famosa stella rossa, che è un personaggio chiave nel logo olandese azienda di birra Heineken, trasmette l’agenzia Reuters.

Come dicono i giornalisti, ungheresi politica sottolineano che per loro l’introduzione di un divieto di uso commerciale di tali simboli come la svastica, simbolo della falce e martello, la stella rossa, è un dovere morale.

Presentato il disegno di legge prevede una multa fino a 6,5 milioni di euro per l’uso di segni, che, secondo le autorità locali, rappresentano i regimi totalitari. Quando il vice primo ministro Ungherese Zsolt Шемьен ha sottolineato che il logo olandese della società «ha chiaramente un significato politico».

Heineken è una delle più grandi fabbriche di birra del mondo. La società possiede i marchi di Heineken, Amstel, Anchor, Biere Larue, Sol, Star, Tiger e altri. A fine 2016 il fatturato della società è pari a 20,8 miliardi di euro, con un utile netto di 1,54 milioni di euro, il volume delle vendite di birra — 200,1 milioni di ettolitri.

Birra Heineken in tutta la sua storia ti stava andando tutto in una bottiglia con una stella in etichetta con la seconda metà del XIX secolo. Nel 1930 la stella è diventata completamente rossa. Lei, come sottolinea l’agenzia, è il simbolo di birrai e riflette le diverse fasi del processo di produzione della birra.

Dopo la Seconda guerra mondiale Heineken cambiato stella rossa a bianca, lasciando il colore rosso solo il contorno del simbolo. Da allora il design delle etichette più volte cambiato: rosso colore ha ricoperto sempre più un ruolo dominante nella composizione. Per concludere rossa stella è diventato di nuovo nel 1991.



In parlamento Ungheria hanno proposto di vietare il logo Heineken a causa delle associazioni con l’URSS 21.03.2017