La procura della Cecenia e altre forze dell’ordine passano il controllo secondo il «giornale Nuovo» di casi di rapimenti nella repubblica di omosessuali.

«Il procuratore Generale ha ricevuto richieste commissario per i diritti umani nella federazione RUSSA, N. Москальковой e la pubblicazione «il giornale Nuovo», infatti, il presunto rapimento di massa di persone in Cecenia. Attualmente, i procuratori della Repubblica Cecena e le forze dell’ordine della regione organizzati verifica, infatti, il presunto rapimento», — ообщили il fatto quotidiano il servizio stampa del Procuratore generale della federazione RUSSA.

All’inizio di aprile, «il Nuovo giornale» ha pubblicato due articoli in cui è stata segnalata detenzioni di massa e massacri in Cecenia, i cittadini della federazione RUSSA con l’orientamento sessuale. Poi in moschea principale Terribile com’è andata la riunione, durante la quale il consigliere del capo della Cecenia, Adam Adorare pubblicamente accusato dipendenti «Nuovo» diffamazione e li chiamava «i nemici della nostra fede e della nostra patria».

A seguito di questa riunione è stata approvata una risoluzione, conteneva la seguente frase: «dato che insultato secolare alle cecena della società e la dignità di uomini ceceni, e anche la nostra fede, vi promettiamo che il salario supererà i veri fomentatori, ovunque e chiunque essi siano, senza termini di prescrizione».

Nella redazione del «giornale Nuovo» è ritenuto appelli alla violenza sopra i giornalisti edizione e si sono rivolti al comitato Investigativo della federazione RUSSA, con la richiesta di avviare un procedimento penale, ma finora senza successo.

Al Cremlino, a questo proposito, ha condannato tutte le azioni «che potrebbe fare una minaccia per la sicurezza e la vita dei giornalisti», e ha sottolineato che esprimere insoddisfazione pubblicazioni dei MEDIA è possibile solo nel rispetto della legge e altri metodi di esposizione non sono validi.

Simili minaccia di piovere e nell’indirizzo «Eco di Mosca», dopo che, come capo redattore di radio Alexei Venediktov ha espresso la sua solidarietà con il «Nuovo» e ha paragonato la dichiarazione di mosca del clero con le minacce degli estremisti islamici, ma anche in contumacia si rivolse a inattivo nella situazione attuale i dirigenti del procuratore Generale della federazione RUSSA, del comitato Investigativo, FSB e il MINISTERO dell’interno con l’invito a prestare attenzione alla «crescita hanno a portata di mano palese, incontrollata, nemico dello stato la forza, il coraggio di minacciare i cittadini della Russia».



La procura della Cecenia, controlla le informazioni del «giornale Nuovo» sul rapimento di gay nella repubblica 17.04.2017