San pietroburgo, il comitato per la costruzione stipulato un ulteriore contratto a 952 milioni di rubli con l’appaltatore della costruzione dello stadio «Zenith Arena», la società «Ha», ha annunciato il 26 dicembre di completamento protratta, segnala RBC.

Come suggerisce il materiale sul sito degli appalti pubblici, un contratto del valore di circa 952 milioni 86 mila rubli, è stato concluso il 20 dicembre per l’esecuzione di ulteriori lavori nell’ambito della costruzione dello stadio. Eseguire i lavori l’appaltatore è obbligato entro e non oltre il 31 marzo 2017.

Presidente della commissione del Consiglio della Federazione per la preparazione al campionato del mondo di calcio del 2018 Vadim Tulipani ha spiegato l’infusione edizione di «Sport-Express» : «allo stadio gia’ speso piu ‘ di 40 miliardi di rubli. Spero ancora di un miliardo abbastanza per il completamento dello stadio. Inoltre, dobbiamo fare in modo che ogni stanza nuova costruzione — ogni metro подтрибунного locali — si è arreso in affitto, per lentamente restituire il denaro. Ora che passo davanti allo stadio. È molto bello, illuminato, penso che tutto andrà bene».

Alla domanda se per l’installazione di sistemi di sicurezza e controllo di accesso è necessario quasi un miliardo di rubli, Tulipani ha risposto: «è Difficile valutare. Io non sono un esperto. Non è pronto a rispondere». «Sì, l’edificio ha una durata di 10 anni. Certo, mi tocca. Ma è molto grande costruzione. Abbiamo anche noi a volte non capiamo, un grande stadio costruendo. È molto difficile introdurre tali arena in funzione. Tuttavia, credo che tutto andrà bene» — ha aggiunto.

Secondo il contratto, il contraente deve completare la costruzione di «Zenith Arena» per arrivarci. Anche se un portavoce della società «Ha» Caterina Гигиняк nel suo Twitter ha riferito che i lavori allo stadio sono terminate, il servizio stampa della società in serata ha detto che il lavoro prorogati fino al 31 marzo.

Lo stesso giorno Vadim Tulipani ha detto che i lavori per la costruzione dello stadio possono comportare costi aggiuntivi. Egli non ha escluso che, forse, cambierà e scadenze stadio. «Questa somma (952 milioni di euro) dovrebbe essere sufficiente. Non possiamo escludere che i tempi di consegna e l’importo finale ancora provvisori. Sì, non si può escludere, tutto può essere», — ha detto Tulipani «R-Sport» al telefono.

I rappresentanti della società general contractor ha dichiarato «Eco di Mosca», che lo stadio sarà consegnato in tempo, e ha assicurato che i documenti sono stati firmati oggi, senza alcun festeggiamenti, a porte chiuse. Curatore di costruzione, il vice-governatore Igor Албин, inaspettatamente, è volato a Mosca.

In «Метрострое» riconoscono che ancora un paio di mesi se ne andrà per la revisione e l’eliminazione dei difetti nell’arena. In questo modo, infatti, lo stadio sarà pronto entro il mese di marzo o aprile del prossimo anno.

Ricordiamo, lo stadio incompiuto «Zenith Arena» hanno iniziato a costruire nel 2008. In questi anni la sua stima è cresciuta di quasi sette volte — con 6,7 fino a 42 miliardi di rubli. Dal mese di agosto di nuovo il general contractor per la costruzione di un appuntamento DELL ‘ «Ha», che è controllata Смольным. L’ex imprenditore ha presentato diverse denunce alle autorità della città.

Per sostenere il progetto in tempo, Smolny ha approvato il piano di dispiegamento di 2,6 miliardi di rubli, con la costruzione di ospedali e scuole per il completamento di «Zenith Arena», dove saranno disputate le partite di COPPA del mondo 2018. Alla fine di ottobre gli ispettori della FIFA, попрыгав sul nuovo campo dello stadio, sono giunti alla conclusioneche giocare su di esso non è possibile. Produzione e ha iniziato a risolvere questo problema. In precedenza, le autorità della città hanno già annunciato che per la fine di portare l’arena in conformità con i requisiti UEFA (che è più dura di quella di FIFA) per Euro 2020, saranno necessari ulteriori miliardi di spese.



La spesa per «Zenith Arena» non sono finite: Pietroburgo evidenzia «un altro miliardo» per il completamento, ma non può bastare 27.12.2016