La commissione europea ha lanciato sanzioni procedura nei confronti della Polonia a causa di causato polemiche e le proteste di massa della riforma giudiziaria, riferisce RIA «novosti». Immediate le sanzioni Varsavia, tuttavia, fino a quando non si ottiene.

La commissione europea ha inviato una lettera con la comunicazione ufficiale dopo 28 luglio in Polonia è stata ufficialmente pubblicata la legge sul lavoro universali navi.

Il primo vice-presidente della commissione europea Frans Timmermans ha richiamato l’attenzione su due controversi del momento. In primo luogo, la legge passa al ministro della giustizia il potere di nominare e spostamento dei giudici, e questo può minare l’indipendenza polacca navi. In secondo luogo, i funzionari europei preoccupa di diversa età pensionabile per i giudici di uomini e donne, che viola il trattato sull’unione EUROPEA e la direttiva sulla parità di genere e l’occupazione.

Secondo Тиммерманса, Varsavia ha dato un mese per la rimozione dei disturbi.

Санкционная la procedura si svolge in diverse fasi. Se in una lettera ufficiale su crediti non è seguita una risposta soddisfacente, la Commissione europea si pronuncerà motivata di conclusione. Quindi, se il paese intruso non porterà la sua politica in linea con questa conclusione, nel termine stabilito, la commissione europea può rivolgersi alla Corte EUROPEA.

La legge di riforma dei tribunali forza il partito di governo «Diritto e giustizia», i cui rappresentanti hanno insistito sul fatto che la riforma è necessaria a causa di corruzione del sistema esistente. L’opposizione stessa indica, che le innovazioni violano base il principio costituzionale della separazione dei poteri.

L’approvazione in Polonia riforma giudiziaria la scorsa settimana nel Sejm (camera bassa del parlamento) e il Senato (camera alta) ha provocato migliaia di protesta. Nel mese di luglio per le strade di grandi città polacche sono più di 100 mila persone. Il presidente Polacco Andrzej Duda ha posto il veto sul pacchetto di documenti sulla riforma giudiziaria, ma ha fatto un’eccezione per una legge sui tribunali competenti.



L’unione europea ha iniziato a sanzioni procedura contro la Polonia a causa della riforma giudiziaria 30.07.2017