Gli stati UNITI sono pronti a negoziare con la COREA del nord nucleare senza condizioni preliminari, ha detto il segretario di stato Rex Tillerson. Gli stati UNITI non cercano la guerra, ha sottolineato. Il capo del Dipartimento di stato americano conta anche sul sostegno della Russia nella realizzazione delle sanzioni: si discute con il ministro degli esteri Sergei Lavrov, la riduzione del numero di lavoratori in RUSSIA nordcoreani.

Tillerson ha parlato al consiglio Atlantico di Washington. Reuters osserva che dal discorso resta poco chiaro se la sua proposta di trattative, il presidente Donald Trump. In precedenza, ha annunciato gli sforzi diplomatici capo del Dipartimento di stato americano «una perdita di tempo».

Tillerson ha detto: «Quando possono iniziare le trattative? Noi con la sua diplomatica parte diciamo che siamo pronti a parlare in qualsiasi momento, quando la COREA del nord vuole parlare. E siamo pronti a tenere il primo incontro senza condizioni preliminari. Facciamo solo ci vediamo e parliamo del tempo, se vuoi… Possiamo sedersi e guardare l’un l’altro? E poi siamo in grado di creare una mappa, una «road map», nella direzione che vorremmo lavorare». (Citazione di RIA «novosti».)

Tuttavia, il capo del Dipartimento di stato americano ha anche sottolineato che il negoziato deve diventare il disarmo nucleare della Corea del Nord. E che la COREA del nord con armi nucleari è «quello che gli stati UNITI non possono accettare».

Inoltre, sarà necessario interrompere il test missilistici: «Sarà difficile negoziare, se nel bel mezzo dei nostri negoziati potrete sperimentare un altro missile. Sarà difficile dire se si decide di sparare un altro. Quindi, penso, che (COREA del nord) chiaramente capire che se cominciamo a parlare, abbiamo bisogno di un periodo di silenzio. In caso contrario sarà molto difficile produttivo di negoziare».

Tillerson conta la partecipazione di Russia, l’attuazione di sanzioni contro la Corea del Nord, ha aggiunto. Le trattative continuano. «Si parla molto di un soggetto con i nostri colleghi russi per le questioni che si possono fare all’interno del Consiglio di Sicurezza delle nazioni unite. E ancora voglio sottolineare — hanno molto grave supporto di sanzioni. Ma ci sarà bisogno del sostegno della Russia e, quando arriviamo al punto in cui siamo veramente cominciamo a risolvere questo problema, abbiamo bisogno di ogni vicino di casa è importante, che ci sono stati in Giappone, in Cina, in Russia. Ognuno deve essere lì per contribuire al successo».

Uno dei temi dei negoziati con qualche foglia di Alloro Tillerson ha sottolineato in particolare — è l’occupazione dei cittadini della Corea del Nord, in Russia. Lavorano in RUSSIA circa 35 mila persone: «abbiamo un sacco di specifici colloqui con il ministro Lavrov, per chiudere questo flusso di forza lavoro».

Alla fine di novembre la Corea del Nord ha detto di esito positivo la prova di un missile balistico intercontinentale «Hwaseong-15″. I militari hanno lanciato un missile in direzione del mar del giappone da zona a Pyongyang provincia di Pyongan-Meridionale. Un razzo è caduto a 250 km a nord della prefettura di Aomori, all’interno della zona economica esclusiva del Giappone. Come afferma, «Hwaseong-15″ può raggiungere qualsiasi zona nel territorio degli stati UNITI.



Tillerson ha annunciato la disponibilità a negoziare con la COREA del nord senza condizioni 13.12.2017